Italiani a Cuba come é perché rivoluzionari la vita

Quando mi chiedono “da quanto tempo vivi a Cuba?” immancabilmente rispondo “da troppo tempo!”. In effetti sono ormai 16 anni che mi sono trasferito in maniera fissa e forse, chissà, definitiva all’Avana. Appodato stabilmente a Cuba, ìrrimediabilmente malato di Cubanite, da milanese che lavorava, sempre nel turismo, per la precisa, ordinata e puntuale Austria, iniziare a lavorare per un tour operator all’Avana e poi adattarsi alla caotica routine cubana, sia nell’ambito lavorativo che familiare, è stato semplicemente uno shock.

Quando mi chiedono “perché ti sei trasferito a Cuba?” generalmente scherzando rispondo “Perché nel primo viaggio, appena arrivato in aeroporto José Martì, il fantasma che a caso dà con una mazza da baseball invisibile colpo in testa ai turisti, per farli impazzire e contagiarli di Cubanite,ha scelto anche me”. Infatti parlando con amici o conoscenti italiani che, come me, si sono trasferiti nell’Isla Granda” riconosciamo che per trasferirsi a Cuba, qualunque sia la motivazione, si deve avere una vena di follia, che per alcuni, come il sottoscritto, più che una vena è un’arteria.

Perchè tanti italiani si sono trasferiti a Cuba? Ovviamente non esiste una risposta valida per tutti, ma generalmente, a parte i pochi che sono venuti in missione di lavoro, la scelta di mollare tutto o quasi in Italia e venire a vivere a Cuba è scaturita dal mix del desiderio di cambiare completamente vita unito ad un amore cubano.

Quindi, dopo 16 anni sono ancora a Cuba, all’Avana nella periferica La Lisa con, come unico amore cubano, mio figlio Raul Lorenzoe affetto tuttavia dalla malattia Cubanite, che seppur in fase non più acuta, mi fa ancora amare questo Paese, anche se il periodo che si sta vivendo è particolarmente tragico.

Mi mancano Milano e l’Italia?Si certo molto, soprattutto ora che per colpa della pandemia ho saltato il mio consueeto viaggio di giugno e manco dall’Italia da ormai più di un anno e mezzo. Mi manca la famiglia, gli amici, il cibo, i paesaggi, le partite dell’Inter a San Siro, mi mancano addirittura il freddo e la nebbia. Mi mancano anche certe abitudini,svaghi e divertimenti che sono propri degli italiani, per questo vorrei che con il CIRC si riuscisse a creare un gruppo unito per vederci, chiacchierare e discutere di calcio, arte, letteratura e politica e magari fare una partita a carte, sono un po’ stufo del domino!

E voi come, quando e perchè vi siete trasferiti a Cuba o se non vivete qui, venendo a Cuba spesso, vi siete innamorati di questa isola folle, assurda, incredibile ma affascinante e bellissima isola?

Se vorrete raccontare la vostra storia saremo lieti di pubblicarla su questo sito. Contattatemi per un’intervista o inviatemi il racconto della vostra Cuba.

Inviato da iPhone

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Nastri gialli della quarantena

Girando per L’Avana, vedo sempre più spesso strade bloccate con i nastri gialli, ieri un paio a La Lisa dove vivo e 2 a Jaimanitas nel municipio di Playa.
Indicano il divieto di transito in zone dove è stato certificato uno o più contagiati di Covid-19. Speriamo che scompaiano presto …
#cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #quarantena #covid_19 #nastrigialli

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sfidando la quarantena!

Sono appena rientrato a casa, esattamente alle 18:58, per 2 minuti non ho infranto la disposizione cubana che impone il coprifuoco dalle 19 alle 5. Ero nel Vedado insieme ad alcuni italiani per festeggiare un compleanno, ho fatto un record infrangendo più volte il limite di velocità con l’angoscia che se fosse intervenuto qualsiasi contrattempo ( foratura, guasto, stop da parte della polizia) non avrei fatto in tempo ad arrivare a casa rischiando una multa salata e soprattutto Il ritiro della vespa.
Questa volta é andata bene, ma che stress!
#cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #coprifuoco #toquedequeda

Inviato da iPhone

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Ma la notte no! Almeno all’Avana

Ma la notte no!

Da lunedì 1/9 non potrei più fare una foto di un tramonto sul mare, almeno per qualche settimana.
Con l’inizio di settembre verranno introdotte nuove severe misure di sicurezza per frenare i contagi del covid-19 e tra l’altro scatterà il divieto di circolazione sia a piedi che con propri mezzi dalle 19 alle 5.
Vietate feste e riunioni anche nella propria casa e praticamente divieto si bambini di uscire di casa soli (si considerano bambini fino ai 18 anni) è sconsigliato o proibito, non sono sicuro, uscire da casa a chi ha più di 65 anni.
Non si potrà far la spesa nei negozi in CUC al di fuori del municipio di residenza, all’entrata verrà controllato il carnet (CI).
I negozi, tra l’altro, saranno aperti solo dalle 9 alle 16 dal lunedì al sabato e solo fino alle 13 la domenica.
Interrotta la possibilità di uscire dall’Avana o di entrarci a meno di aver ottenuto specifico permesso.
Sospese le vacanze fuori provincia, gli oltre 4000 avaneri che hanno prenotato una vacanza a Varadero avranno rimborso o dovranno postporre la vacanza.
In città restano sospesi tutti i trasporti pubblici e privati, chi ha mezzo proprio dovrà usarlo il meno possibile anche perché sono annunciate restrizioni nell’erogazione dei carburanti.

Nell’ultima settimana sono aumentati i contagi, non solo all’Avana ma stiamo parlando di un totale in tutta Cuba, dall’inizio della Pandemia, di meno di 4.000 contagiati, la maggior parte guariti e di soli 92 morti, quasi tutti over 70 o 80.
Attualmente gli infetti sono poco più di 520, la maggior parte asintomatici, con una quindicina di pazienti fra gravi e critici.
Numeri del tutto ridicoli se comparato a quelli della maggior parte resto del mondo.
Quindi ci si chiede se queste misure sono:
1) una vera prevenzione per eliminare il Covid-19
2) una punizione agli abitanti dell’Avana per aver sottovalutato il problema causando un riaumento dei casi
3) misure di risparmio economico
4) un mix delle precedenti tre

Ovviamente tenendo per buoni i dati cubani sulla Pandemia.
Qui si sta testando un vaccino cubano chiamato “Soverana” speriamo bene …
#cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #quarantena #covid19 #tramonto🌅

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Intervista doppia Circ

Con Alessandro Zarlatti

https://youtu.be/r2r-CxAx6Hg

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

El callejón de Hamel

https://youtu.be/cgcJiLeOpHA

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Tramonto a La Lisa

Che bei colori! #cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #tramonto🌅 #lalisa🇨🇺

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Non è olimpionica ma fa il suo dovere

In piscina con l’ amico e vicino Pepe e una Mulata … bottiglia di Ron Mulata 😁 #cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #piscina

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Si consolida il Comitato Italiani Residenti a Cuba

Riunione della giunta direttiva del Comitato Italiani Residenti a Cuba, nuova associazione che si vuole dare l’ambizioso compito di aggregare o meglio creare una vera comunità italiana a Cuba con un articolato programma di attività culturali e gastronomiche
#cuba🇨🇺 #lahabana🇨🇺 #circ🇮🇹🇨🇺

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Se la togli non vale …

C’è una frase che ho sentito più volte alla TV cubana che mi terrorizza :
“El nasobuco llegó para quedarse”
(la mascherina é arrivata per rimanere)

NO NO NO Non può essere, che Dio (o chi per lui) c’è ne liberi presto, molto presto!!!

Pubblicato in Avana - La Habana - La Havana, Gente Cubana, Notizie e curiosità | Lascia un commento